Di magie e stregonerie, le Babe della Val Resia

10.04.2016 Stanno in fondo alla valle, alla testata della conca resiana. Sono le Babe, cime strane, cime che ti colpiscono per la loro singolare forma appena giri l'angolo, all'inizio della valle. Lontane, le ultime in fondo a questa porzione di orizzonte che è la Val Resia. La loro sagoma ti segue ovunque, da quando ti mettono … Continua a leggere Di magie e stregonerie, le Babe della Val Resia

Quel canale dal nome “Agarat”

20 marzo 2016 "Agarat" Agaar in dialetto carnico significa pressapoco canale; quel solco in cui, nei campi coltivati, l'acqua si accumula drenando dalle colture. Agarat ne è il dispregiativo. Difficile fare una traduzione compiuta dal dialetto carnico alla lingua italiana, soprattutto se il termine viene assegnato a quel canale che scende in un punto preciso … Continua a leggere Quel canale dal nome “Agarat”

M. Magro e M. Nevoso, dalla Pusteria a se stessi

25-26.04 A parlare della vita, dei suoi aspetti, delle sue sfumature rischi di farci brutta figura con i più. Di passare come fragile, forse stupido. Eppure la conclusione di una 2 giorni di sci alpinismo va così. In riva a questo fiumiciattolo, nell'ombelico della Pusteria, con un panino in mano e la birra a mollo … Continua a leggere M. Magro e M. Nevoso, dalla Pusteria a se stessi

M. Schiaron nei silenzi della Val Visdende

31.12.2013Complice una situazione nevosa per così dire "particolare" oggi approdo in Val Visdende confidando nella serietà degli amici internauti e dei loro resoconti sui siti web dedicati allo sci alpinismo.. L'alternativa sarebbe stata una delle solite salite nelle vicinanze, tipo Neddis, Vetta Bella e così dicendo che, seppur sempre meritevoli, pagano lo scotto di non … Continua a leggere M. Schiaron nei silenzi della Val Visdende